Attività‎ > ‎

Una questione di supporto


Le varie declinazioni del supporto: è attorno ad esse che ruota il senso della rassegna cinematografica, organizzata da noi di Makin’Go con il contributo dell’Erdisu, che vedrà il 27 ottobre il suo battesimo, con la proiezione alle 15.00 nella sala 2 del Kinemax Gorizia di Viale del tramonto di Billy Wilder.

Il ciclo di film, che vivrà di 12 appuntamenti da qui a metà dicembre, chiama in causa il termine supporto in 3 diverse accezioni. Supporto alla didattica, giacché la rassegna – il cui programma è stato stilato di concerto con i docenti del Dams Cinema – è pensata come integrazione ai corsi della facoltà (in particolare quelli di “Sceneggiatura” ed “Analisi del film”) ed è specificamente dedicata ad un pubblico di studenti. Supporto come oggetto fisico: peculiarità dell’iniziativa sarà infatti la proposta di opere rigorosamente in pellicola, ciò che permetterà agli spettatori di godere della visione di classici della settima arte secondo la prassi tradizionale della fruizione in sala. Supporto, infine, inteso come sostegno per una buona causa: tutte le pellicole noleggiate provengono infatti dalla cineteca “La lanterna magica” de L’Aquila, a significare l’intenzione da parte di Makin’Go di privilegiare un soggetto che, come ogni realtà di quel territorio, è stato duramente colpito dal sisma dello scorso aprile.

Entrando nel dettaglio dei titoli, ecco di seguito il calendario completo delle proiezioni presso il Kinemax Gorizia (inizio alle ore 15.00):

- 27/10: Viale del tramonto di B. Wilder (USA 1950, 110’)
- 28/10: Hiroshima mon amour di A. Resnais (Francia 1959, 91’)
- 03/11: Otto e mezzo di F. Fellini (Italia 1963, 138’)
- 04/11: Effetto notte di F. Truffaut (Francia 1967, 115’)
- 10/11: Piccolo Cesare di M. LeRoy (USA 1931, 80’)
- 11/11: La città nuda di J. Dassin (USA 1948, 96’)
- 17/11: Nemico pubblico di W.A. Wellman (USA 1931, 83’)
- 18/11: Paisà di R. Rossellini (Italia 1947, 126’)
- 24/11: L’angelo sterminatore di L. Buñuel (Messico 1962, 95’)
- 01/12: Due o tre cose che so di lei di J.L. Godard (Francia 1967, 95’)
- 15/12: I soliti ignoti di M. Monicelli (Italia 1958, 111’)

Chiusura, infine, con un evento speciale aperto a tutti e ad ingresso libero:

- 15/12, ore 24: Brian di Nazareth di T. Jones (GB 1979, 93’)




Comments